https://www.studiotecnicopagliai.it/sanatoria-edilizia-la-doppia-conformita-riguarda-tutti-i-requisiti-anche-soggettivi/ – Copyright Carlo Pagliai

La regolarizzazione di immobili richiede lo svolgimento di verifiche puntuali in ordine a diversi aspetti, prendiamo ad esempio quanto dispongono gli articoli 36 e 37 del DPR 380/01, rispettivamente previsti per: Accertamento di conformità per ottenere il Permesso di Costruire in sanatoria (art. 36); SCIA in sanatoria (art. 37). Entrambe le procedure di sanatoria richiedono principalmente il rispetto della “doppia conformità”, cioè verifica di conformità della disciplina urbanistica ed edilizia da riscontrarsi contemporaneamente a due distinte epoche di vigenza: al momento di presentazione della domanda o SCIA al momento dell’epoca di realizzazione La dizione “disciplina urbanistica ed edilizia” è da intendersi ad ampio spettro e capace di assorbire tutte le norme speciali e di settore incidenti sugli aspetti urbanistici, edilizi, statici, igienico sanitari, eccetera. Se ci fossero dubbi, la Corte Costituzionale ha già piu volte chiarito il punto, sottolineando che la doppia conformità debba valere anche per gli illeciti edilizi riguardanti la sicurezza strutturale e antisismica.
https://www.studiotecnicopagliai.it/sanatoria-edilizia-la-doppia-conformita-riguarda-tutti-i-requisiti-anche-soggettivi/ – Copyright Carlo Pagliai